Journaux mathématiques et publics enseignants (18e-20e siècles). Le rôle heuristique de l’hétérogénéité des mondes de l’enseignement des mathématiques

Hélène Gispert

Riviste di matematica e pubblico di insegnanti (18e – 20e secolo). Il ruolo euristico dell’eterogeneità dei mondi dell’insegnamento della matematica

Mettendo all’ordine del giorno lo studio delle diverse pratiche di matematica del passato, gli storici si sono interessati ai meccanismi di circolazione – che fanno parte del processo di produzione della matematica stessa – tra i quali l’insegnamento che ne è una forma particolare. Considerando in particolare il il vettore rappresentato dalle riviste di matematica  indirizzate ad un pubblico di insegnanti, ai loro progetti editoriali, ai loro lettori e ai loro autori, l’articolo cerca  di cogliere al meglio la matematica che fu praticata dagli attori delle diverse sfere scolastiche in Europa dal 18e al 20e secolo. Appare allora che il pubblico degli insegnanti, nella sua diversità, diventa a sua volta produttore della conoscenza matematica divulgata nelle riviste, mettendo in causa la partizione tradizionale fra conoscenza accademica e conoscenza scolastica.

Parole chiave: Riviste, insegnamento, matematica, insegnanti, 18e-20e secolo